.
Annunci online

  fratellomassi [ Viaggiare, conoscere e condividere per cambiare qualcosa... ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


Fotoraccontare
Piva Coatta
Partenza Imminente
Cataita
Libreria-Caffetteria TraLeRighe - Eventi
FratelloStefo
L'animaledentro
maratona steiner

cerca
letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


10 dicembre 2006

Pennette macchia e brughiera



Eccomi a presentarvi dopo tanto tempo una nuova ricetta.

Questa volta non si tratta di una ricetta tradizionale, e neanche di una di quelle raccolte viaggiando per il mondo. Questa ricetta nasce per caso, dall'accostamento di sapori sperimentato in una fame notturna, elaborato e riproposto in forma elegante.

Questo piatto si compone di pochi ingredienti, ma la loro qualità e l'utilizzo di quelli originalmente indicati è fondamentale per la buona riuscita.

Vado a spiegare innanzi tutto la scelta del nome.
Gli ingredienti fondamentali, e cioè quelli che caratterizzano il sapore dominante sono essenzialmente due: il Rosmarino, pianta tipica della macchia mediterranea e il formaggio di Capra Disalp che con la mente riporta ai pascoli di brughiera e ad un paesaggio decisamente nebbioso in contrapposizione alla solarità mediterranea.

Gli altri ingredienti sono quelli di base: aglio, pepe nero, un ottimo olio d'oliva e latte intero (di capra sarebbe ideale..ma dubito si riesca a trovare facilmente). Per il tipo di pasta ne ho scelta una corta che si sposa bene con i sughi cremosi in bianco, le pennette rigate.

Ingredienti per 2 persone

150 gr di formaggio di Capra a pasta molle Florette Disalp (o anche tronchetto di capra Disalp)
Una cima di Rosmarino
Pepe nero da macinare
220 gr di pennette rigate di macina di grano duro.
50-100 ml di latte intero
Olio d'oliva
Uno spicchio d'aglio

Preparazione


Mettere a bollire abbondante acqua calda salata, nel frattempo soffriggere leggermente in un fondo di padella di un buon olio d'oliva uno spicchio d'aglio.
Non lasciare che l'aglio si scurisca molto ma spegnere la fiamma e lasciare insaporire l'olio.
A questo punto aggiungere delle foglie di rosmarino fresco, tritate molto finemente e lasciar diffondere il loro profumo nell'olio caldo (sempre a fuoco spento).
Tagliare a dadini i 150 gr di formaggio. Cuocere la pasta e appena prima del punto di cottura riscaltare nuovamente il condimento aggiungendo i 50 ml di latte intero.
Versare poi le pennette a cottura quasi ultimata nell'olio e aggiungere il formaggio precedentemente sminuzzato. Mantecare fino a quando il formaggio non si sarà completamente sciolto, aiutandosi, in caso si rendesse necessario, con piccole aggiunte dell'acqua di cottura della pasta, in precedenza conservata appositamente (o se si preferisce con dell' altro latte). Questo accorgimento finale non permetterà al condimento di asciugarsi troppo durante la mantecatura. Spolverare con abbondante pepe nero macinato fresco. Portare in tavola e acconpagnare con un vino rosso di media struttura.

Buon appetito




permalink | inviato da il 10/12/2006 alle 3:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

sfoglia     novembre        gennaio




Tutte Le Foto Di Questo Blog

Sono state scattate in momenti di lucida follia....

Dove Sono
Dove meglio che a Roma?

Pensiero del Giorno
"..non conta quanto sia lontano..quando il viaggio inizia con la partenza..."

La Luna
Mi ha guardato negli occhi.. da vicino..

Sul Comodino
"La scia della balena" di Francisco Coloane

Da Leggere Assolutamente Prima Che Sia Troppo Tardi
"Crescete & Prostituitevi" di Oliviero Beha

"La Guerra Civile" di Fasanella e Pellegrino

Creative Commons License 
 
Termini della Licenza